Mobirise Web Generator

Associazione Tuscholé

Spazio educativo ed espressivo per bambine e bambini
con libere attività nella natura.

Chi Siamo

“Ciò che cresce lentamente mette radici profonde” (Proverbio Africano)

Tuscholé è un'associazione di promozione sociale nata nel settembre 2015, per favorire la consapevolezza delle necessità e delle emozioni dei bambini e delle bambine sul piano individuale, sociale e affettivo, facilitando l’integrazione dei diversi bisogni e interessi all’interno del gruppo grazie a una collaborazione e ad una comunicazione autentica.


Uno spazio educativo, artistico, ludico-espressivo per bambini, bambine e adulti dove la natura , l'arte e la condivisione favoriscano una crescita armonica, serena e felice, dando vita a un laboratorio permanente il cui cuore pulsante è rappresentato dall'outdoor education (pedagogia del bosco). 


Siamo un gruppo di educatori e genitori, artisti e artigiani, che ha dato vita a un progetto educativo (Scholé) basato sui principi dell’educazione non autoritaria, libertaria e democratica, volto alla sensibilizzazione alla relazione, all'arte, all'ecologia, dove le scelte filosofiche, economiche e operative vadano nella direzione di uno stile di vita equo e solidale, sobrio e sereno.

Come associazione siamo parte attiva della “Rete per l’Educazione Libertaria Italiana” (www.educazionelibertaria.org), che ha lo scopo di promuovere seguire e sostenere quelle esperienze educative che, in forma auto-organizzata, si costituiscono in pubblici gruppi educativi con il preciso obiettivo di garantire a bambine e bambini, ragazze e ragazzi, “il diritto di decidere individualmente come, quando, che cosa, dove e con chi imparare” ed “altresì il diritto di condividere in modo paritario le scelte che riguardano i loro ambiti organizzativi […].” (Berlino 2005 – Conferenza internazionale per l’Educazione Democratica).


La Rete per l'Educazione Libertaria inoltre collabora con le scuole democratiche attive sia in contesti europei che extra-europei (www.eudec.org). 

L'educazione Libertaria


La pedagogia libertaria riconosce i bambini e le bambine come individui con il diritto di autodeterminarsi, dà valore alle loro esigenze e ai loro desideri e si adopera per creare le condizioni affinché questi possano esprimersi in uno spazio liberato da relazioni di dominio dell'adulto.

Una delle convinzioni più diffuse è quella secondo cui l'infanzia e l'adolescenza siano caratterizzati da una imperfezione naturale e che come tali siano soltanto dei momenti di passaggio da superare per arrivare alla vita vera, quella adulta. Questo porta alla svalorizzazione di contenuti, esperienze, fantasie e curiosità che non siano utili e preparatorie alla vera e matura conoscenza. Un approccio di questo tipo di conseguenza arriva a giustificare l'intervento educativo autoritario dell'adulto e il suo agire in nome di una presunta superiorità.

La pedagogia libertaria invece intende restituire valore e dignità all'esperienza e al sentire del bambino/a e del ragazzo/a. La scuola non è più intesa come una preparazione alla vita, ma è la vita stessa. L'educatore valorizza il presente e il vissuto dei ragazzi, in modo tale che i bambini possano esprimersi per come sono e per quello che sentono senza tendere a nessun fine, a nessuna completezza, a nessuna perfezione.

Alla base di tutte le esperienze libertarie e democratiche c'è l'idea che l'educazione debba aiutare l'individuo a divenire ciò che aspira a diventare, a scoprire il suo vero interesse e realizzarlo seguendo un proprio progetto di vita. Aspetto essenziale e fondante di tale pratica è l’educazione alla relazione, ovvero alla presa di coscienza, sviluppo e piena consapevolezza di capacità e sensibilità nella relazione e interazione con l’altro e con il mondo, ovvero nello sviluppo di quell’intelligenza intrapersonale e interpersonale (emotiva e sociale) che permette di agire con coscienza e responsabilità verso sé stessi e il mondo che ci circonda. 


L'apprendimento incidentale


Riteniamo che il vero processo d'apprendimento nasca dalle domande dei bambini/e.

Crediamo che si apprenda meglio quando si sceglie consapevolmente di farlo, per questo motivo i bambini e le bambine potranno decidere quotidianamente a quali attività partecipare tra quelle proposte dagli accompagnatori. Potranno anche decidere di non partecipare a nessuna attività e saranno lasciati liberi di organizzare autonomamente il proprio tempo e il proprio spazio.

I bambini e le bambine avranno la possibilità di costruire il proprio percorso formativo a partire da quelli che sono i loro interessi. Saranno aiutati in questo dagli accompagnatori ed ogni bambino/a avrà un adulto di riferimento che lo seguirà durante tutto il percorso educativo. 


Il cerchio-assemblea


La Scholé è una comunità di persone che collaborano insieme al suo sviluppo. Adulti e bambini/e hanno pari diritti di decidere riguardo la sua organizzazione e le regole di convivenza.

Questo avviene attraverso istituzioni di democrazia partecipata. Le decisioni che riguardano la Scholé e la sua organizzazione nei suoi differenti aspetti vengono prese all'interno di un'assemblea di cui fanno parte adulti e bambini e dove tutti hanno lo stesso diritto di voto, indipendentemente da età e ruolo.La comunicazione è efficace, sana, non violenta e paritaria: tra bambini, bambine e tra adulti e bambini/e. L'interazione con l'altro/a avviene nel rispetto delle diversità.

Crediamo che imparare a pensare e a comunicare le proprie idee in modo lucido ed efficace sia essenziale per essere parte attiva di una comunità, per questo vogliamo dare spazio al dibattito e all'ascolto. L'assemblea sarà la sede privilegiata per discutere, confrontarsi, dialogare tutti insieme. Lavoreremo sull'ascolto e sulla relazione per sviluppare la capacità di espressione di sé e delle proprie esigenze. 


Scholé:

una comunità educante


La Scholé è uno spazio partecipato. Luogo di incontri e collaborazioni dove tessere saperi ed esperienze, dove riconoscere la diversità come ricchezza, dove il grembo si fa' sociale per cura e accoglienza di sé e dell'altro. E' il villaggio necessario per crescere insieme un/a bambino/a. Nella Natura. 


A chi è rivolto


Il progetto Scholé è rivolto ai/lle bambini/e dai 3 agli 11 anni di età e si propone di rispondere ai loro bisogni educativi attraverso una quotidianità che si svolge quasi per intero all'aria aperta.  Non più uno spazio chiuso dove si trascorrono tutte le giornate dell'anno, ma l' ambiente naturale che invece si caratterizza per la diversità e ricchezza del contesto che offre. 



GALLERY

Contatti

Seguici su